FUSIONE IN TERRA

Il processo di fabbricazione per fusione in terra permette di realizzare sia produzioni in serie che in pochi esemplari, con pesi variabili da pochi grammi a decine di tonnellate.

La tecnica fusoria consiste principalmente nel preparare una cavità detta “forma”, che ricopia il negativo del pezzo da ottenere. In essa viene colata la lega allo stato fuso.

Una volta solidificata, la lega viene estratta dalla forma ad ottenere il greggio di fusione, del tutto simile al pezzo finale a meno dei sovrametalli (le parti da asportare con le macchine utensili per la realizzazione delle superfici funzionali).

La fusione in terra (o in verde) rientra nelle tecniche di formatura transitorie in cui ogni forma può essere utilizzata per una sola colata e viene distrutta al momento dell’estrazione del greggio (vedi schema illustrativo).

Benefit:

  • versatilità di produzione;
  • economicità;
  • possibilià di produrre forme complesse;
  • possibilià di utilizzo di leghe diferrenti (ferrose e non).
Gamma di Rugosità caratteristiche del processo di produzione (espresse in RMS):   560 < RMS < 900